martedì 27 giugno 2017

Il mio gelato per il Club del 27

Della serie “chi si ferma è perduto” e io, che sia mai che mi fermo anche solo per respirare, oggi mi imbarco in una nuova avventura: debutto nel Club del 27 . Cos’è? Presto detto, è un gruppo di matti scatenati che, non contenti di sfornellare (si si proprio sfornellare) piatti per l’MTC (gruppo mitico di cucinieri infaticabili), si ritrovano il 27 di ogni mese a riproporre delle preparazioni, a tema mensile, che riprendono alcune ricette, appunto, delle sfide passate nel gruppo madre di cui sopra. Tutto per il gusto di confrontarsi e partecipare alla festa della cucina, perché quando si cucina è sempre una festa… e se si cucina in “compagnia” di altri folli come te, che invece di andare al mare accendono il forno perché’ “oggi la sfida è…”! In effetti l’argomento trattato oggi non è proprio da forno! Oggi il Club propone il gelato! Evvaiiii! Finalmente qualcosa di fresco! Se non che, questo sarebbe il mio primo (in assoluto) gelato che preparo. Panico, panico totale. E da dove comincio? Va beh… sfogliamo le proposte e vediamo che viene fuori. Scorro e leggo: Gelato alla vaniglia con coulis di pesche e mandorle caramellate di Lasagnapazza . Ecco, vaniglia… gelato alla crema… niente ingredienti marziani… bellooo, si fa anche senza gelatiera! Aggiudicato. Poi mi viene il lampo: Angela, ma tu la gelatiera l’hai comprata … ehm… tempo fa! Magari la proviamo? E quindi, gelato alla vaniglia sia!



 Qualche appunto prima di lasciarvi alla ricetta a cui ho apportato qualche variazione/omissione.
In quella originale per il gelato è previsto 300 g di zucchero che io ho portato a 200 perché’, per il mio palato, ho ritenuto fosse troppo dolce. Inoltre ho aggiunto la farina di carrubo, non prevista nell’originale, per avere un minimo di sicurezza nella cremosità/tenuta in coppa (sono fifona lo so, ma è pur sempre il primo gelato!).
Al coulis di pesche ho aggiunto qualche goccia di rum e non vi dico il profumo!
Ho omesso di fare le cialde, ma proprio non ce la si fa con il caldo, in compenso ho aggiunto delle fette di pesca caramellate.
Per il gusto… lascio a voi il giudizio. Posso solo dirvi che il tempo delle foto ed è sparito… come neve al sole. Buon gelato a tutti!





Gelato alla vaniglia con coulis di pesche e mandorle caramellate

Ingredienti (per circa 800 g di gelato):

Per il gelato
300 ml di latte
300 g di zucchero semolato  (200)
250 ml di panna fresca
3 tuorli di uova grandi (60 g)
1 baccello di vaniglia
4 g di farina di carrubo (mia aggiunta)

Per il coulis di pesche
1 cucchiaio di zucchero (30 g)
1 cucchiaio di succo di limone
(io ho aggiunto 1 cucchiaio di rum)

Per le mandorle caramellate
Una manciata di mandorle spellate
 2 cucchiai di zucchero (60 g)

Preparazione

Il gelato
Tagliare a metà il baccello di vaniglia e metterlo in un pentolino insieme al latte e a metà dello zucchero mescolando per farlo sciogliere, mettere sul fuoco e portare fin quasi a bollore. Togliere la pentola dal fuoco, coprire e lasciare in infusione per almeno 15 minuti (meglio qualche ora) per estrarre tutto l’aroma della vaniglia.

Nel frattempo montare i tuorli con lo zucchero restante fino a quando il composto “scrive” (alzando le fruste il composto che cade forma dei cordoncini che rimangono ben visibili per un po’). Riportare il latte quasi a bollore e versarlo a filo sulle uova montando continuamente con una frusta (io ho cotto tutto a bagnomaria per evitare che il calore diretto della fiamma facesse attaccare il composto al fondo della pentola). Fare addensare la crema inglese sul fuoco fino a velare il dorso di un cucchiaio o comunque fino a raggiungere la temperatura di 85°C. Seguire scrupolosamente le tempistiche e la temperatura per non rischiare di far “impazzire” la crema. Una volta pronta toglierla immediatamente dal fuoco, travasarla in una boulle fredda e immergerne il fondo in un bagno di acqua e ghiaccio mescolando continuamente, in modo da abbassare il più in fetta possibile la temperatura per evitare dannose cariche batteriche. È importante mantenere la temperatura dell’acqua costantemente fredda, nel caso si intiepidisse aggiungere altro ghiaccio.



A raffreddamento completato, trasferite la crema in un barattolo a chiusura ermetica (io ho usato un bricco per comodità, dovendo poi travasare il composto nella gelatiera) lasciando ancora in infusione il baccello di vaniglia, e fare riposare il tutto in frigo almeno un’ora (il composto deve essere ben freddo prima di passare alla fase successiva quindi può riposare anche tutta la notte in frigorifero).

Trascorso il tempo di riposo estrarre il baccello e raschiarne il contenuto con un la lama di un coltello mescolandolo alla crema. Unire la panna liquida (ben fredda) e amalgamare bene al composto.
Trasferire il tutto in un contenitore basso, lungo e stretto munito di coperchio, tappare e riporre nella parte più fredda del freezer per un’ora e mezza. Trascorso questo tempo mescolare il molto velocemente con uno sbattitore elettrico e poi riporre nuovamente in freezer. Ripetere il procedimento per altre due volte a intervalli di un’ora e mezza ciascuno. Dopo la terza volta trasferire il gelato nella vaschetta che lo conterrà, preferibilmente in polipropilene e riempita fino a sei mm dal bordo, coprire il composto con della carta forno fatta aderire alla superficie (per limitare la presenza di aria che a contatto con la superficie del gelato può formare fastidiosi cristalli di condensa sulla superficie). tappare e rimettere in freezer per almeno un’ora in modo che il gelato raggiunga la sua giusta densità (io ho preferito lasciarlo in congelatore tutta la notte). 
Prima di servirlo, passatelo in frigorifero per venti minuti circa (essendoci temperature alte in estate questo passaggio l’ho saltato, servendolo direttamente freddo da freezer).

Il coulis di pesche
Sbucciare la pesca, tagliarla a pezzetti e frullarla bene insieme allo zucchero al limone (e al rum se vi piace).

Le mandorle caramellate
Far dorare le mandorle in un pentolino e versarci sopra lo zucchero. Aspettare che si sciolga facendo attenzione che non bruci e appena è tutto caramellato togliere da fuoco. Trasferire le mandorle su un foglio di carta forno, farle raffreddare e ridurle in granella con un coltello.
Servire il gelato con il coulis di pesche e la granella di mandorle.



Io ho completato la decorazione con delle pesche affettate e grigliate, passate poi in padella con un pizzico di burro e qualche cucchiaio di zucchero per caramellarle (non vi do dosi precise, qui potete andare ad occhio secondo i gusti e le necessità).


NB: come ho scritto sopra, per mantecare ho usato la gelatiera, per cui in questo caso ho seguito le istruzioni della stessa, riprendendo poi a seguire il procedimento per quanto riguarda la conservazione del gelato dopo la mantecatura.





Grazie per essere passato. Mi farebbe piacere conoscere la tua opinione sull'articolo quindi, se ti va, lascia un commento. Se vuoi lasciare anche un like come segno di apprezzamento mi faresti felice. A presto.



29 commenti:

  1. Bravissima e benvenuta!Il gelato è venuto perfetto a quanto vedo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tina, felicissima di esserci. Il gelato è davvero buonissimo, ma non avevo dubbi ;-)

      Elimina
  2. Se lo faccio, anzi, appena lo faccio, ti copio l'aggiunta del rum .
    Ciao e bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Katia, sentirai che profumo! :-)

      Elimina
  3. buono bello e goloso...in poche parole perfetto. brava Angela

    RispondiElimina
  4. buono bello e goloso...in poche parole perfetto. brava Angela

    RispondiElimina
  5. Molto molto bello e davvero accattivante. Ho visto questa versione prediletta da molti, la tua realizzazione è ineccepibile.
    Complimenti davvero. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Beh che dire, il rum con le pesche è la morte sua come si dice!! Anche nel mio gelato al cappuccino lo zucchero era troppo e quando lo rifarò (perchè comunque era buonissimo) ridurrò la dose. Bravissima e che belle foto!!

    RispondiElimina
  7. Io questo mese ho saltato ma sto passando a gustarmi i vostri. Complimenti per il risultato e anche per la presentazione, mi piace molto

    RispondiElimina
  8. Chi si ferma è perduto? E ci mancherebbe, questo è solo l'inizio!!! 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con te oramai sono rassegnata! Ahhahah Ma ti ho ringraziata anche per questo? Ancora no? Allora... grazie di cuore cara ;-)

      Elimina
  9. Prima di tutto benvenuta! e poi ingresso con botto! bellissimo il tuo gelato e quella salsa di pesche che cade sul gelato, be è favolosa! un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'accoglienza Elena. Siete tutti fantastici e sono davvero strafelice di fare parte di questa gabbia di matti. ;-) . E grazie di essera passata, un bacione a te.

      Elimina
  10. Davvero molto invitante!!! Complimenti

    RispondiElimina
  11. Che gelato e che foto, complimenti!!!

    RispondiElimina
  12. Mi piace l'aggiunta di rum, e mi piacciono le foto, che avevo avuto al fortuna di vedere in anteprima. Allora benvenuta in questa gruppo d matti, spero che ti troverai bene ahahahaahah :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria, mi sento già come a casa mia. Siete tutte fantastiche :-)

      Elimina
  13. che foto Angela ... che foto!! Poi mi spiegherai come fai :-) <3 gelato ottimo vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gelato spettacolare! E le foto... beh, penso sia stata la forza della disperazione, avevo quasi 40 gradi in casa e il terrore che mi si sciogliesse prima di riuscire a scattarne una decente! Ahhahaahha

      Elimina
  14. che goduria queste foto, deve essere troppo buono, complimenti!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È buonissimo Fabiola, provalo e vedrai. ;-)

      Elimina
  15. Che bontà che deve essere questo gelato!!

    RispondiElimina
  16. Ciao cara! Ti posso chiedere un favore? Siccome ho cambiato url al mio blog, ora purtroppo tutti i miei lettori non riescono a vedere i miei post nell'elenco lettura. Ti posso chiedere per favore di cancellare la tua iscrizione al mio blog (quindi di toglierti dai lettori) e poi di reiscriverti? così potrai rivedere i miei nuovi post nell'elenco lettura :) spero tu possa aiutarmi, ti ringrazio di cuore!
    Un bacione!
    https://itsallabouttheglowxoblog.blogspot.it/

    RispondiElimina