Pagine

sabato 29 luglio 2017

La caponata: a casa mia si fa così.

I piatti tradizionali italiani sono sempre ricchi di storia, ingredienti ma soprattutto di bontà, a maggior ragione se si parla di piatti di verdure, estive in questo caso. E cosa c’è di più estivo di una caponata? La sua origine è siciliana e già nell’isola le versioni sono tantissime: palermitana, messinese, trapanese, agrigentina, catanese… insomma, ogni città ha la sua. Con il sedano o senza, con il pomodoro passato oppure a pezzi, alcuni usano pinoli e uvetta altri solo mandorle, qualche versione comprende diversi tipi di verdure invece in altre ci sono solo melanzane. Tutte però sono d’accordo su una cosa: la salsa agrodolce non deve mancare. Nella Giornata Nazionale del Calendario del Cibo Italiano dedicata proprio a questa bontà, io vi propongo la mia di versione, che è una fusione di tutto quello che è la caponata siciliana in generale ma con un’aggiunta che, secondo me, dà quel tocco in più ad un piatto che davvero è uno dei simboli di una terra ricca e solare come la Sicilia.




La mia caponata

Ingredienti (per 4 persone)

1 melanzana grande
4 zucchine
1 cipolla di Tropea
50 g di capperi sotto sale
6 o 7 olive verdi
25 g di pinoli
25 gr di uva passa
2 pomodori ramati
¼ di bicchiere di aceto bianco
1 cucchiaio abbondante di zucchero semolato
½ cucchiaio di cacao amaro
Qualche foglia di basilico
Sale, olio evo

Procedimento


Lavare e tagliare la melanzana a cubetti e immergerla in un recipiente colmo di acqua salata, facendo in modo che i cubetti siano completamente immersi magari ponendoci sopra un piatto, per un’ora (questa operazione farà sì che la melanzana perda la sua
parte amara senza che si scurisca). Tagliare allo stesso modo anche le zucchine e tenetele da parte. Nel frattempo dissalate i capperi mettendoli a bagno in acqua fredda, snocciolate le olive e tagliatele a filetti, tagliate la cipolla a fettine sottili. Eliminate pelle e semi dei pomodori e riducete la polpa a dadini. Estrarre dall’acqua le melanzane strizzandole per eliminare l’acqua e asciugarle con un canovaccio pulito. 
Friggere separatamente in olio melanzane e zucchine lasciando queste ultime al dente e tenendo tutto da parte. In una padella capiente sfumare la cipolla con un filo di olio e un pizzico di sale, aggiungere pomodori, capperi, olive e lasciare rosolare il tutto. Aggiungere lo zucchero e lasciare caramellare un paio di minuti. Versare l’aceto lasciandolo evaporare, spolverizzare di cacao amalgamando in modo che non si formino grumi e aggiustare di sale se necessario. Unire melanzane e zucchine lasciando insaporire a fuoco basso e mescolando delicatamente ogni tanto per non far attaccare il fondo di cottura. Cospargere di basilico tritato e spegnere la fiamma. 
Servire tiepido o freddo.





Grazie per essere passato. Mi farebbe piacere conoscere la tua opinione sull'articolo quindi, se ti va, lascia un commento. Se vuoi lasciare anche un like come segno di apprezzamento mi faresti felice. A presto.



10 commenti:

  1. A casa tua si fa così? Mi sa che ci devo venire..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara quando vuoi, lo sai sei sempre la benvenuta.

      Elimina
  2. A casa tua si fa così? Mi sa che ci devo venire..

    RispondiElimina
  3. Il cucchiaino di cacao? Potresti invitare a pranzo anche me??? La prossima volta che la preparo seguo la tua ricetta. Ai miei genitori piacerá di sicuro!!!! I pinoli si possono omettere? Mia mamma é allergica a tutta la frutta secca (poverina!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si possono omettere, non in tutte le versioni è contemplato l'uso della frutta secca. In questa per esempio io non ho usato il sedano, che invece aggiungo se la faccio solo di melanzane. ;-)

      Elimina
    2. E comunque vieni quando vuoi, sarò felicissima di averti come ospite :-D

      Elimina
  4. Da svenimento il cucchiaino di cacao nella caponata!! Da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di provare senza dubbio. Per la dose, a me piace questa quantità ma puoi provare ad aumentare se vuoi un sentore un po' più "amarognolo". È tutta questione di gusti. ;-)

      Elimina
  5. Senza peperoni...ed il cacao? Curiosisssssima!!!!

    RispondiElimina